Bonsai – Medicina per l’anima – Articolo per Gemma Edizioni

Bonsai è il secondo volume della collana Semi, quella dedicata alle storie belle, spesso a lieto fine.

Bonsai è la storia di Penny, venuta alla luce in una calda mattina di settembre dello scorso anno, quando Denise Sarrecchia, l’autrice e illustratrice del libro, è arrivata in ufficio e con la timidezza e la delicatezza che la caratterizzano, ha esordito: “Ragazze, io ho scritto un racconto… Vi va di leggerlo?”.

E fu subito amore. Penny ci ha tenute incollate alla scrivania, ci ha rapite con la dolcezza della sua storia, che parla sì di nanismo, ma anche di forza, quella forza che scaturisce dai musi lunghi, dalla tristezza, dal sentirsi diversa, solo perché alta 70 centimetri. Quella forza che traspare nelle pagine di un seme che è diventato un libro e si è trasformato poi in un progetto.

Bonsai affronta la problematica del nanismo in modo del tutto naturale, perché naturale è la volontà di reinventarsi nonostante tutto, proprio come la piccola Penny. E si parla sì di altezza e di tutti i disagi che questa patologia comporta, ma si parla anche di perfezione, una perfezione imperfetta; si parla di fiducia in sé stessi, di amicizia, di amore. L’amore che solo chi impara a credere in sé riesce a vedere.

I disagi che un bambino bonsai deve affrontare sono espressi sempre con colori scuri, come oscuro sembra essere il futuro. Ho letto questo libro con le lacrime agli occhi, pensando a quanto noi medici che trattiamo con bambini dobbiamo essere molto di più fioraie in grado di dare fiducia insieme alle terapie” – scrive il dott. Marco Cappa, Direttore della Unità Complessa di Endocrinologia dell’Ospedale Bambino Gesù nella Prefazione al libro.

Bonsai è una favola a cui puoi aggrapparti quando vacilli un po’. Perché sì, parla di altezza, ma non è solo ai centimetri che si riferisce” – così presenta il libro Gemma Gemmiti, fondatrice di Gemma Edizioni.

Bonsai vuole essere cura, racconta come anche solo l’incontro con una figura diversa dai genitori-chioccia può cambiare la concezione della vita e della propria condizione fisica. Penny è sempre stata una bambina che faceva della quotidianità una favola e della favola la realtà. Con la sua fantasia andava oltre ogni limite, ma non oltre il suo aspetto fisico, che spesso veniva deriso dal bullo di turno. Penny riesce a prendere coscienza di sé solo andando oltre l’apparenza, cercando di osservare il mondo con occhi diversi, con gli occhi di chi è nato piccolo ma riesce comunque a farsi valere, perché spesso nelle piccole cose si cela la felicità.

Penny è una bambina come le altre. Eppure, rispetto alle bambine e ai bambini che crescono come alberelli allegri, sicuri di toccare presto il cielo con la loro chioma e di poter offrire ombra rinfrescante e rifugio agli animali che vivranno insieme a loro, Penny è come un bonsai. Io ho conosciuto tanti bambini e bambine che si confrontano con la loro statura, sempre troppo limitata rispetto a quella dei coetanei. Essere un bonsai vuol dire avere qualcosa in più. Foglie speciali, nella cui linfa scorrono coraggio e allegria, progetti e sogni” – così scrive Cinzia Sacchetti, presidente dell’A.Fa.D.O.C. (Associazione famiglie di soggetti con deficit Ormone della Crescita e altre patologie) alla quale andranno una parte dei proventi derivanti dalla vendita del libro.

Bonsai è nato da un sogno ed è diventato realtà. Una bellissima realtà, che colora anche le giornate più buie.

Bonsai è un libro, scritto in italiano e tradotto in inglese, grazie alla preziosa collaborazione con il Clici (Centro di Lingua e Cultura Italiana), e grazie all’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata” diventerà nel prossimo anno un laboratorio di sperimentazione didattica del linguaggio poetico haiku. All’interno del testo è presente la versione audiolibro, accessibile tramite un QR code. Lo stesso audiolibro è stato tradotto anche in inglese e nella Lingua dei Segni, così da essere inclusivo e diventare un punto di riferimento non solo per i bambini, ma anche per gli adulti che spesso sottovalutano la bellezza delle piccole cose.

Bonsai è stato realizzato con il supporto non condizionato della Novo Nordisk, multinazionale danese che opera nel settore farmaceutico ed è specializzata nel trattamento di numerose patologie, tra le quali i disturbi della crescita.

Il libro è stato già inserito nel catalogo online in prevendita, ma sarà disponibile a partire da settembre 2020.

Un libro, se letto con amore, può essere cura.

Bonsai, scritto e illustrato da Denise Sarrecchia, rappresenta non solo un seme destinato a crescere, ma un libro che può donare tanto, anche a chi non crede nella salvezza delle parole.   

Essere all’altezza è davvero una questione di centimetri? Chiedetelo a un bonsai.

Per ordinare il libro in prevendita e/o leggere le prime 20 pagine gratuitamente, clicca su BONSAI.

Articolo scritto per la promozione di Bonsai, nuova pubblicazione di Gemma Edizioni.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: